eventi parma

Verybello a Parma- Pierre Auguste Renoir a Parma 10 Aprile- 13 Settembre 2015

Da pochi giorni è stato lanciato Verybello.it, progetto per la valorizzazione culturale attraverso il digitale promosso dal Ministero dei Beni Culturali. Fra le tante polemiche abbiamo scoperto che promuove la mostra Pierre Auguste Renoir aperta al pubblico da 10 Aprile al 13 Settembre 2015 alla Fondazione Magnani Rocca.

800px-La_familia_del_infante_don_Luis

Potrete visitare i capolavori di Renoir, Monet, Cézanne, Matisse, pittori celeberrimi che fecero della Costa Azzurra la patria d’elezione artistica, si incontrano nelle sale della pittura francese presso la Fondazione Magnani Rocca.

Presto online tutti i dettagli

Eccovi alcune offerte hotel a Parma da non perdere per un piacevole soggiorno nel cuore della città

Eat and Sleep Parma (2)

24/25 Gennaio Weekend a Parma

Cosa consigliamo di fare questo weekend del 23/24 Gennaio a Parma?

Visitate la mostra Fuoco nero: materia e struttura attorno e dopo Burri, Arte Contemporanea a Parma al  Salone delle Scuderie aperta fino al 29 Marzo ( per maggiori dettagli cliccate qui http://bit.ly/1Jt3jDE)

Pranzate in una trattoria tipica di Parma  come i ” Corrieri” ad esempio (  in città ci sono tantissime altre deliziose trattorie, avrete l’imbarazzo della scelta)

Dopo passeggiate in giro per la città così senza una meta ben precisa. Se proprio desiderate programmare ecco gli itinerari insoliti consigliati

Per la notte prenotate in centro città presso l’Astoria Residence Hotel e tenete sempre d’occhio le sue offerte speciali per una buona permanenza in città.

Buon Weekend da ParmaMorethanFood

Giovedì 22 Gennaio al via le iscrizioni teatrali “Non per amore”. La città fa Teatro al Teatro Due. A cura di Festina Lente Teatro e Associazione Vagamonde

Avete mai sognato di recitare in un Teatro con una platea tutta per voi?

Avete mai desiderato di prender parte ad un laboratorio teatrale e recitare in un Teatro prestigioso?

In entrambi i casi a Parma si può!

Giovedì 22 gennaio al via le iscrizioni ai laboratori teatrali “Non per Amore”. La città fa Teatro al Teatro Due. A cura di Festina Lente Teatro e Associazione Vagamonde

Attraverso il teatro, una rieducazione sentimentale
alla ricerca di una nuova convivenza tra uomini e donne

Festina Lente Teatro e associazione Vagamonde avviano il loro nuovo progetto teatrale e, per farlo, coinvolgono l’intera città. Gli “attori” e le “attrici” che metteranno in scena lo spettacolo “Non per amore” a giugno.

Al Teatro Due saranno presenti cittadini e cittadine che, anche senza avere precedenti esperienze di teatro, aderiranno al progetto e si impegneranno, da marzo e per quattro mesi, in un laboratorio teatrale. Anzi due, separati e paralleli. È previsto, infatti, un doppio percorso, uno rivolto agli uomini e uno alle donne, e lo spettacolo si svolgerà in due tempi: il primo avrà come protagonisti gli “attori”, il secondo le “attrici”. Le iscrizioni ai laboratori si apriranno giovedì 22 gennaio per chiudersi il 20 febbraio.

Non per amore affronta i temi delle relazioni sentimentali, della ricerca di nuove modalità di convivenza tra i sessi e del superamento della violenza sulle donne che a volte accompagna i legami affettivi, ed è il rovescio, la profanazione dell’amore. Una sorta di rieducazione sentimentale, in cui l’amore non venga concepito come conferma della propria identità o possesso o in cui, addirittura, il gesto violento si sostituisca alla parola e diventi l’unica forma espressiva.
La regia è di Andreina Garella, l’ambientazione di Mario Fontanini, il coordinamento di Alida Guatri. Il progetto è in collaborazione con Comune, Provincia e Ausl di Parma, associazione Maschile Plurale, centro Antiviolenza di Parma, Coop Consumatori Nordest, che da tempo sostiene Festina Lente Teatro e Vagamonde nel promuovere i temi della cittadinanza e della convivenza e nella riflessione su come prevenire la violenza di genere.
La novità di questa esperienza  è mettere a confronto, attraverso la pratica teatrale, uomini e donne, facendoli lavorare prima separatamente e poi arrivando a una sintesi nello spettacolo finale.  I laboratori diventeranno, dunque, uno spazio fisico e mentale, nel quale uomini e donne si metteranno in gioco, rompendo schemi e resistenze, senza pregiudizi o competizioni
I laboratori inizieranno il 4 marzo, prevedono una piccola quota di partecipazione, e si svolgeranno con cadenza settimanale presso la sala civica Argonne a Parma

Per iscriversi e informarsi ecco i contatti:

tel: 039.333.6164577,

email vagamonde@libero.it,

http://www.teatrofestinalente.blogspot.com,
http://www.associazionevagamonde.blogspot.com

Eat and Sleep Parma (2)

Alberto Ghizzi Panizza a Parma, ” Drops and Demoiselles”, Fogg Art Gallery Parma, inaugurazione sabato 31 gennaio

“Drops and demoiselles” fotografie di Alberto Ghizzi Panizza alla Fogg Art Gallery  verrà inaugurata sabato 31 gennaio. Obiettivo ultimo di “Drops and Demoiselles” è indagare sull’impatto emozionale nel pubblico della fotografia macro di Ghizzi Panizza, precursore assoluto di questo genere.


L’autore, amante della natura, delle sue cromie e delle sue simmetrie, si pone inevitabilmente agli occhi del pubblico come colui che ha la chiave di accesso ad un mondo magico ed inesplorato, fatto di gocce caleidoscopiche, di insetti dagli occhi giganti e dai colori sfavillanti. Ghizzi Panizza, scoprendo un mondo inesplorato, ne diventa artisticamente il creatore, dando al pubblico la possibilità di entrarvi e di emozionarsi sull’onda di riflessi, trasparenze, dominanti di un verde magico ed occhi di insetti appartenenti ad un’etnia quasi aliena.
Le inevitabili spettacolarizzazioni di un mondo che a prima vista sembra incantato, ma che in realtà è il frutto di un’osservazione attenta del micromondo sia vicino a noi, sia in angoli remoti della Terra, porta Ghizzi Panizza non solo ad essere precursore di una fotografia, detta “macro”, oggi molto apprezzata, ma anche a porsi nel panorama artistico come deus ex machina di un mondo del quale solo lui riesce a garantire l’accesso, avendo il potere di immortalarlo.
.
Il fotografo- Alberto Ghizzi Panizza, fotografo dal 1997, è pubblicamente riconosciuto come uno dei migliori autori italiani per la fotografia macro e di natura in generale. Ha ricevuto riconoscimenti internazionali. Le sue fotografie di “damigelle” e “lumachine” hanno fatto il giro del mondo, essendo pubblicate su riviste estere di larga tiratura come, Daily Telegraph, Daily Mail, Metro, Huffington post, Le Matin, Times, Vanity Fair e molte altre.Dal 2013 fa parte del Nikon Professional Services a dal 2014 è fotografo di “GrandiViaggiFotografici”.

Eat and Sleep Parma (2)

Fuoco nero: materia e struttura attorno e dopo Burri, Arte Contemporanea a Parma, Salone delle Scuderie, fino al 29 Marzo

Buongiorno,

oggi vogliamo parlarvi di una mostra d’arte contemporanea a Parma. Appassionati di Alberto Burri? Non perdetevi Fuoco Nero, mostra organizzata dallo Csac aperta al pubblico fino al 29 Marzo 2015.

Il titolo Fuoco nero perché si mette a confronto la sequenza di Aurelio Amendola che fotografa Burri mentre crea una Plastica col fuoco con il grande Cellotex di Alberto Burri, appunto nero, punto di partenza della mostra.

Fuoco nero: materia e struttura attorno e dopo Burri

Lo CSAC dell’Università di Parma ha ricevuto in dono, circa 40 anni fa, un importante Cellotex (1975) di Alberto Burri. Attorno a questa opera per la mostra significativi pittori, scultori, fotografi, hanno donato un’opera riferibile alla ricerca di Alberto Burri. Fra essi Bruno Ceccobelli e Nunzio, Mimmo Paladino e Luca Pignatelli, Marcello Jori e Alberto Ghinzani, Pino Pinelli e Giuseppe Maraniello, Giuseppe Spagnulo e Emilio Isgrò, Attilio Forgioli e Mario Raciti, Medhat Shafik e Franco Guerzoni, Luiso Sturla e Renato Boero, Raimondo Sirotti e Davide Benati, Concetto Pozzati e Enzo Esposito, Gianluigi Colin e William Xerra. Agli artisti è stato anche chiesto di illustrare le ragioni per cui l’opera donata si collegava alla ricerca di Burri; anche queste loro parole appaiono un contributo storico significativo.

In mostra la ricostruzione delle  proposte di alcuni di molti protagonisti della ricerca sulla materia, Tavernari e Spinosa, di Pierluca e Morlotti, Mandelli e Bendini, Arnaldo Pomodoro e Zauli, Mattioli e Padova, Zoni, Lavagnino e Ruggeri, Olivieri e Vago, Guenzi e Carrino, Ferrari, Repetto, Chighine.

In mostra la fotografia avrà una parte significativa con le immagini di Aurelio Amendola che hanno suggerito il titolo della mostra. In esposizione le opere di Nino Migliori, di Mimmo Jodice, di Giovanni Chiaramonte, di Mario Cresci, lavori concettuali di Brigitte Niedermair e  attenti alla lingua dell’astrazione di Gianni Pezzani.

La mostra è curata da Arturo Carlo Quintavalle e proporrà oltre settanta dipinti e altrettante fotografie e ancora un gruppo di opere grafiche per un totale di 172 pezzi.

CSAC Centro studi e archivio della comunicazione dell’ Università di Parma – Viazza di Paradigna 1

Parma – tel. +39 0521033652

Sede Salone delle Scuderie, Palazzo della Pilotta
Piazzale Bodoni, 1
Parma (PR)
Orari:
da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00.
Come arrivare:
Il Salone delle Scuderie si trova all’interno di Palazzo Pilotta a due passi dalla stazione ferroviaria e alle spalle del lungoparma.

Bus n° 6, 7, 8, 9, 11, 12, 23.
Inaugurazione mostra sabato 20 dicembre alle 18.30.

Offerte Hotel e pacchetti weekend offerta speciale a Parma

Eat and Sleep Parma (2)

La reception di un Hotel di Parma consiglia Animha, mostra di fotografia, inaugurazione 24 gennaio ore 18

Da voci di una reception d’albergo a Parma si consiglia Animha, mostra di fotografia con inaugurazione 24 gennaio ore 18.

Fotografia su pellicola in bianco e nero di Pietro Bandini organizzata da Un Type

Animha. Il bianco e nero delle fotografie sembra lasciare davanti agli occhi un’immagine vissuta, triste e malinconica. Corpi messi in posa colti in un istante scelto per cercare di testimoniare l’emozione sfuggente di qualcosa di profondo. Qualcosa che si vuole dire. Interpretare è la sfida osservando il tutto nei minimi dettagli.

Pietro Bandini vive, lavora e pensa attorno a Parma. Da sempre interessato a fotografia, musica e arti visive, dal 1996 è fotografo ufficiale del Parma Jazz Frontiere Festival, e da allora inizia un viaggio fotografico nel mondo della musica creativa, sempre cercando di privilegiarne gli aspetti umani ed emozionali. Partecipa a numerosi workshop con i grandi esponenti della fotografia musicale di tutto il mondo e segue vari eventi e festival di musica in Italia e all’estero. Collaboratore per anni della rivista Jazzit e del Festival Internazionale della Chitarra Niccolò Paganini, nel 2004 è socio fondatore dell’agenzia fotografica di cultura e spettacolo Phocus Agency. Sempre nel 2004 viene pubblicato il suo primo libro per immagini, Zone, imperniato sulle categorie del “sentire” umano (e animale). Nel 2008 esce invece The book is on the table, un lavoro monografico sul Jazz festival di Parma. Dal 2011 iniziano in varie città le mostre personali e collettive nel settore della fotografia artistica contemporanea, campo in cui da anni porta avanti una personale ricerca dell’immagine lavorando su pellicola in bianco e nero e privilegiando la luce naturale.

UnType
Strada San Nicolò, 7 Parma

Eat and Sleep Parma (2)

Jazz a Parma? Con lo Zerbini Jazz Club ogni Martedì Musica Jazz a Parma.

Jazz a Parma? Dalle voci di una Reception d’albergo a Parma ci viene comunicato che ogni martedì sera in città jazz live show a Parma grazie all’attività dello Zerbini Jazz Club. Ogni martedì musicisti jazz si esibiscono dal vivo regalando emozioni e performance di grande livello allo Zerbini Jazz Club a Parma.

Questo martedì 13 gennaio a Parma ci esibirà Mattia Cigalini, giovanissimo sassofonista (classe 1989) che dal 2008 riceve ricevuto importantissimi riconoscimenti come “Migliore nuovo talento” e il Premio Internazionale Massimo Urbani.

Il suo ultimo album “Beyond” (CAM JAZZ) contiene brani di Lady Gaga, Rihanna, Shakira, Jennifer Lopez, Black Eyed Peas, e pezzi scritti dal musicista stesso.

Il progetto è stato presentato al Festival Internazionale di Münster  in Germania, registrando il sold-out.

Dal 2013 è Direttore Artistico di “Val Luretta Jazz Festival”, Festival Jazz che si svolge ad Agazzano (PC), suo paese di residenza.

Per essere sempre aggiornati sugli eventi jazz a Parma visitate il sito:

www.arcizerbini.it

Per maggiori informazioni:

tel. 0521.1991309
cell. 328.2583225 – 338.9273508
email: arcizerbini@gmail.com
web: http://www.arcizerbini.it/

Assolutamente consigliato!

Hotel and Residences  Ristorante Parma Hotel and Weekends Special Offers Parma