Un Weekend a Parma all’insegna del buon cibo nel cuore della Food Valley

Idee per il weekend?
#Weekend #Food #Parma per due all’insegna del buon cibo nel cuore della Food Valley con pernottamento, cena, visita al museo del salame e gradito omaggio… e scriviamolo pure che non guasta mai, con un super prezzo da offerta speciale!
Non avete ancora prenotato? Cosa aspettate? Fatelo adesso!

Dove potete godere di un weekend all’insegna del relax e del buon cibo se non a Parma?

http://www.astoriaresidencehotel.it/offerte-speciali-parma/weekend-food-parma

Colorno Photo Life 2014, Festival Fotografico, Workshop, Open-Air 7, 8, 9 Novembre

Per tre giorni, il 7, 8 e 9 Novembre, dalla mattina al tramonto, la Reggia di Colorno sarà teatro di uno dei più significativi eventi della stagione, il Festival Fotografico ColornoPhotoLife.

Colorno PhotoLife - Evento Fotografico

Dalla storica cornice che lo ospita, alle attività collaterali che lo animeranno, fino alle mostre che ne sono colonna portante, durante il festival saranno messi a confronto il passato e il futuro della fotografia, tra le “radici” e le “nuove frontiere” che fanno da sfondo al concept di quest’anno, ovvero il tema del “Lo spazio”. Su questo filo conduttore si dispiegheranno le mostre personali e quelle collettive, i portfolio presentati (tra i quali verrà premiato il migliore e più aderente al tema)
e le istallazioni artistiche che arricchiranno il Festival.…….

L’elenco delle mostre che saranno inaugurate venerdì 7 novembre e rimarranno aperte fino a lunedì 8 dicembre 2014:

“Vaghi Paesaggi” di Gianni Leone a cura di CSAC

“La bellezza silenziosa” di Antonella Monzoni

“Temporary Home” di Enrico Genovesi

“Break into Break” di Alex Liverani

“DIECI” Foto Cult

“La mia Africa” di Giuseppe Morandi

“Porno Station” di Pietro Millenotti

Collettiva dei soci di Color’s Light Colorno

Collettiva del gruppo fotografico di Boretto

Collettiva da Sassoferrato

Oltre alle mostre, nelle giornate inaugurali si svolgeranno le conferenze di Antonella Monzoni (Gente di fotografia), di Paolo Barbaro (Lo spazio del Mediterraneo) e di Andrea Tinterri e Michele Smargiassi, in collaborazione con “La Luna di Traverso” (Lo spazio sulla carta stampata). Vi saranno inoltre dei tavoli di lettura condotti da Orietta Bay, Silvano Bicocchi, Cinzia Busi Thomson, Massimo Mazzoli, Fulvio Merlak, Antonella Monzoni, nonché tre workshop: di Ivano Bolondi, e di Alex Liverani (Street Photography).

ColornoPhotoLife, attraverso il coinvolgimento sempre maggiore delle istituzioni e di vari soggetti, è in costante crescita. Una crescita resa possibile grazie al patrocinio del Comune di Colorno, all’attenzione della Provincia di Parma che ha concesso la disponibilità degli spazi più prestigiosi della Reggia e alle ampie e qualificate collaborazioni che, ben coordinate dal volontariato culturale del Circolo Color’s Light, permettono di conseguire sinergie di particolare efficacia.

La 5a edizione di ColornoPhotoLife si avvale inoltre della collaborazione di “La Luna di Traverso”, “FOTOcult”, CSAC (Università degli Studi di Parma), HF distribuzione.

Biglietto: ingresso libero 7-8-9 novembre, dal 10 novembre ingresso 5 €; ingresso libero per i residenti nel Comune di Colorno.

Reggia di Colorno

Dal 10 novembre all’8 dicembre: da martedì a venerdì 10-12; sabato, domenica e festivi 10-12 e 15-17

Aranciaia e Museo MUPAC di Colorno

Dal 10 novembre all’8 dicembre: 10-12,30 15-18,00

Presso la Galleria Caleidoscopio (via G. Mazzini, 9) e nelle vetrine di molti altri esercizi commerciali, saranno allestite numerose mostre “off”.

Info:

0521/312545

info@colornophotolife.it

http://www.colornophotolife.it

ll Linguaggio del Motif, Tülin Çabuk , esposizione fotografica, Libreria Ubik Parma, Parma 23- 28 Ottobre

Alla Libreria Ubik Parma saranno esposti i lavori dell’artista e visual designer Tülin Çabuk  con l’esposizione del titolo  “IL LINGUAGGIO DEL MOTIF”

“Non è possibile che un soggetto artistico diventi immortale se le sue radici non affondano nella tradizione”. Elif Naci

La pittrice turca Tülin Çabuk propone un lavoro di tipo astratto-simbolico, in cui il simbolo – attraverso forme assolute – diventa, oltre che un efficace mezzo di comunicazione comune a un livello profondo dell’animo umano, uno strumento di espressione di sentimenti, pensieri, ricordi, che hanno dato origine all’opera stessa. Inoltre, la mostra espone una sintesi tra la cultura anatolica tradizionale – i cui motivi, come un alfabeto, sono elementi che invitano alla lettura dell’opera – e la cultura occidentale moderna e postmoderna, dando vita a nuove ricerche e soluzioni.


Tülin Çabuk Nasce a Istanbul (Turchia) nel 1981.
Dopo aver frequentato l’Università di Marmara, Facoltà di Educazione Atatürk, dal 2004 al 2011 lavora come insegnante di Arte e come Graphic Designer a Istanbul.
Nel 2011 si trasferisce in Italia, dove frequenta l’Accademia di Belle Arti di Carrara prima, e in seguito l’Accademia di Belle Arti di Brera (Milano), dove si laurea nel 2014 con la tesi: “Il Linguaggio del Motif”.
Lavora attualmente come graphic designer freelance per una agenzia di Oxford (U.K) e dà lezioni private di Arte a Istanbul

storie in valigia-logo def

Storie in Valigia, “Nuove isole. Guida vagabonda di Roma” di Marco Lodoli. Online Travel Literature

#storieinvaligia oggi vi fa un invito a “scantonare” nella vita di tutti i giorni, per imparare a riconoscere la bellezza e goderne, fino in fondo. Con il libro “Nuove isole. Guida vagabonda di Roma” che vi prende per mano alla scoperta della città eterna. Una Roma raccontata da angolazioni mai banali da un grande scrittore: Marco Lodoli. Pagine di rara bellezza per perdersi e ritrovarsi in una capitale della bellezza e della storia.

“Hai di fronte il tuo viaggio dentro la (15)Esiste una Roma che non compare in nessuna guida turistica, una città nella città fatta di inattesi frammenti di magia. Una Roma in cui la parola d’ordine è girovagare, dalla primavera all’inverno, sotto la pioggia e sotto il sole, con il naso all’insù o gli occhi ben piantati, in attesa di quelle scoperte che fermano il tempo e ripuliscono lo sguardo: il capolavoro meno visibile della storia dell’arte, una piazza affollata di poeti come un ascensore, l’elefantino del Bernini “con un obelisco sul groppone”, il pavone che passeggia sulla Garbatella… Nove anni dopo “Isole”, Marco Lodoli torna a vagabondare nella capitale per recuperare tutto ciò che non aveva trovato posto nella sua prima “guida”.

Se vuoi saperne di più su Storie in Valigia….
parmamorethanfood.wordpress.com/storie-in-valigia

de perfectione copertina di francesco gallina - Copia

Presentazione del Libro “De Perfectione” di Francesco Gallina a favore di Munus per l’emergenza alluvione Parma presso l’Astoria Residence Hotel

L’Astoria Residence Hotel per Munus, a favore dell’emergenza alluvione a Parma, presenta “De perfectione” di Francesco Gallina edito dalle edizioni Helicon di Firenze, giovedì 6 Novembre ore 18:00.
Il giovane autore, arrivato fra i primi posti in dieci concorsi letterari internazionali, presenterà un giallo in cui sono miscelati i generi del viaggio di formazione e del thriller psicologico.
Il ricavato sarà devoluto per l’emergenza alluvione di Parma

Descrizione
Giona Alighieri, docente di lettere, apprende improvvisamente di essere affetto da mieloma multiplo. Ad un tormentato percorso interiore, si assomma un viaggio fra alcune delle località più belle dell’Italia settentrionale. La risoluzione di complessi enigmi lo condurrà ad un’agghiacciante scoperta, opera di una clandestina setta di medici criminali, e ad una verità a lui paurosamente vicina.

Tratto dalla recensione del critico Daniela Quieti.
“L’atmosfera umana e paesaggistica descritta nell’avvincente romanzo di Francesco Gallina è quella di un crudele puzzle del destino. Neppure i sentimenti più autentici, creati nei propri vissuti, sono capaci di proteggere i personaggi da “quel sistema che crede possibile il perfetto nelle cose umane, e che sacrifica i beni presenti all’immaginata futura perfezione”. L’osservazione disillusa della nostra contemporaneità si traduce in una scrittura originale che guarda il dipanarsi degli avvenimenti su diverse scansioni, interposte da intensi collegamenti dialettici ed emozionali. Il protagonista Giona Alighieri – il cui nome apertamente suggerisce rimandi biblici e letterari – fonda la sua ragione d’essere in intrichi di dubbi irrisolti della sua esistenza. L’esposizione replicherà pagina dopo pagina alle inquietanti domande celate nella memoria, svelando contesti terribili e devastanti”.

Il libro sarà venduto scontato al prezzo di €15 dei quali 10 saranno devoluti in beneficenza a favore di Munus per l’emergenza alluvione a Parma.

Fanno parte di Munus: Forum Solidarietà; Diocesi di Parma; Consorzio Solidarietà Sociale; Ordine degli Avvocati; Consiglio Notarile distrettuale di Parma; Ordine dei dottori Commercialisti ed esperti contabili della circoscrizione di Parma; Fondazione Trustee ONLUS per la domicialirità dei disabili; Coordinamento Provinciale centri sociali, comitati anziani e orti (ONLUS); Alberto Lunardini; Alessandro Arrighetti; Paolo Michiara; Giorgio Del Sante; Maria Chiara Barilla; Massimo Trasatti; Mirco Moroni e Dino Carpi. Il progetto è sostenuto con il fondamentale supporto tecnico della Fondazione Cariparma.

Siete tutti gentilmente invitati a partecipare e ad aggiungere amici all’evento.

Insieme per Munus a favore dell’emergenza alluvione a Parma

Per aderire all’iniziativa
Per saperne di più sull’autore:

Travel Quotes & Literature, racconti di “Viaggio”…

Travel Quotes & Literature, pensieri di viaggiatori, riflessioni,citazioni, racconti di viaggio. Viaggi che diventano più affascinanti raccontati, condivisi, amplificati. Con un amico, con un semplice conoscente, non importa. Quello che conta è la condivisione… A cura di Parma More Than Food e PIU Hotels

travel piu quotes 1621689_1508455729394253_1062150811575467966_n “Travel makes one modest. You see what a Ma i veri viaggiatori sono soltanto immagini social “Viaggiando in lungo e in largo per il (2) Foto recite-31182-1760513036-1y9gatd 1 12254_1494180010821825_1822601424633273022_n

Banksy e “La Ragazza con un Piercing nel Timpano”

Originally posted on Fools Journal:

Da “La Ragazza con l’Orecchino di Perla” a “La Ragazza con un Piercing nel Timpano“: è questa la nuova – geniale – opera realizzata da Banksy in quel di Bristol. Il piercing, in realtà, non è nient’altro che la centralina dell’allarme antifurto del palazzo. L’effetto è straordinario.

http://banksy.co.uk/

View original

Girl Geek Dinners a Parma 22-10-2014

Buongiorno,

domani ore 19 presso il Circolo Arci Zerbini riprendono gli appuntamenti Girl Geek Dinners, incontri per appassionati di tecnologia, internet e nuovi media a Parma.

ggd parma 22-10-14

Lo scopo delle Girl Geek Dinners e’ quello di favorire lo scambio di idee, di esperienze e di creare un network connesso all’ambito digitale che possa apportare benefici alla comunita’. Sono incontri prevalentemente destinati alle donne, ma anche gli uomini sono ben accetti come invitati da una partecipante.

Vuoi saperne di più?

parma.girlgeekdinners.com

Ti piacerebbe farne parte?

Join their community

www.facebook.com/ggdparma

Le Geek Girls di Parma Group

storie in valigia-logo def

L’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia, Roberto Alajmo. Online Travel Literature

#storieinvaligia  con “l’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia” di  Roberto Alajmo, oggi traccia un itinerario tra storia, cultura e bellezza. Un viaggio in Sicilia che vi consentirà anche di apprendere il significato del termine “annacamento”.

“Hai di fronte il tuo viaggio dentro la (14)

L’annacarsi, infatti, in siciliano è un comportamento, quasi un’attitudine che rende possibile “il massimo del movimento con il minimo di spostamento”. A prendervi per mano sarà il palermitano Roberto Alajmo, autore di “L’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia”. Annacare/annacarsi è in dialetto siciliano un verbo insidioso, difficilmente traducibile in italiano. quel che più si avvicina è cullare/cullarsi, ma non è proprio la stessa cosa. L’arte di annacarsi prevede il muoversi il massimo per spostarsi il minimo. Una immagine che descrive bene lo spirito dell’isola e più ancora la disposizione d’animo dei siciliani tessuta di diffidenza. Ogni viaggio in Sicilia, anche quello intrapreso in questo libro, diventa una specie di danza immobile attorno alla geografia e alla filosofia, alla storia, al folklore e alla gastronomia, scoprendo che fra le diverse discipline esistono continui rimandi a una trama inestricabile. “Pur restando immobile, l’isola si muove. Non è uno di quei posti dove si va a cercare la conferma delle proprie conoscenze. È invece un teatro dove le cose succedono da un momento all’altro. È un susseguirsi di scatti prolungati, pause per rifiatare e ancora fughe in avanti”. Come l’isola, Alajmo procede a zig-zag in un itinerario non lineare, senza vincoli di percorso né di tempo, da un capo all’altro, sulla base di pure suggestioni, guidato dalla bellezza, accompagnato da un lucido pessimismo. come un atto d’amore che non si nasconde nessuna vergogna dell’oggetto amato: capita di innamorarsi di una canaglia. e anche se lo sai, che puoi farci?

“Circola con insistenza l’idea che la Sicilia e i siciliani siano diversi, rispetto al resto d’Italia. Diversi e più complicati. La risposta può essere articolata pirandellianamente: no, ma credono di esserlo e questo li rende diversi e più complicati”

Vuoi saperne di più su Storie in Valigia?
http://parmamorethanfood.wordpress.com/storie-in-valigia/