Travel Quotes & Literature, racconti di “Viaggio”…

Travel Quotes & Literature, pensieri di viaggiatori, riflessioni,citazioni, racconti di viaggio. Viaggi che diventano più affascinanti raccontati, condivisi, amplificati. Con un amico, con un semplice conoscente, non importa. Quello che conta è la condivisione… A cura di Parma More Than Food e PIU Hotels

travel piu quotes

1621689_1508455729394253_1062150811575467966_n

“Travel makes one modest. You see what a

Ma i veri viaggiatori sono soltanto

immagini social

“Viaggiando in lungo e in largo per il (2)

Foto

recite-31182-1760513036-1y9gatd

1

12254_1494180010821825_1822601424633273022_n

Banksy e “La Ragazza con un Piercing nel Timpano”

Originally posted on Fools Journal:

Da “La Ragazza con l’Orecchino di Perla” a “La Ragazza con un Piercing nel Timpano“: è questa la nuova – geniale – opera realizzata da Banksy in quel di Bristol. Il piercing, in realtà, non è nient’altro che la centralina dell’allarme antifurto del palazzo. L’effetto è straordinario.

http://banksy.co.uk/

View original

Girl Geek Dinners a Parma 22-10-2014

Buongiorno,

domani ore 19 presso il Circolo Arci Zerbini riprendono gli appuntamenti Girl Geek Dinners, incontri per appassionati di tecnologia, internet e nuovi media a Parma.

ggd parma 22-10-14

Lo scopo delle Girl Geek Dinners e’ quello di favorire lo scambio di idee, di esperienze e di creare un network connesso all’ambito digitale che possa apportare benefici alla comunita’. Sono incontri prevalentemente destinati alle donne, ma anche gli uomini sono ben accetti come invitati da una partecipante.

Vuoi saperne di più?

parma.girlgeekdinners.com

Ti piacerebbe farne parte?

Join their community

www.facebook.com/ggdparma

Le Geek Girls di Parma Group

L’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia, Roberto Alajmo. Online Travel Literature

#storieinvaligia  con “l’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia” di  Roberto Alajmo, oggi traccia un itinerario tra storia, cultura e bellezza. Un viaggio in Sicilia che vi consentirà anche di apprendere il significato del termine “annacamento”.

“Hai di fronte il tuo viaggio dentro la (14)

L’annacarsi, infatti, in siciliano è un comportamento, quasi un’attitudine che rende possibile “il massimo del movimento con il minimo di spostamento”. A prendervi per mano sarà il palermitano Roberto Alajmo, autore di “L’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia”. Annacare/annacarsi è in dialetto siciliano un verbo insidioso, difficilmente traducibile in italiano. quel che più si avvicina è cullare/cullarsi, ma non è proprio la stessa cosa. L’arte di annacarsi prevede il muoversi il massimo per spostarsi il minimo. Una immagine che descrive bene lo spirito dell’isola e più ancora la disposizione d’animo dei siciliani tessuta di diffidenza. Ogni viaggio in Sicilia, anche quello intrapreso in questo libro, diventa una specie di danza immobile attorno alla geografia e alla filosofia, alla storia, al folklore e alla gastronomia, scoprendo che fra le diverse discipline esistono continui rimandi a una trama inestricabile. “Pur restando immobile, l’isola si muove. Non è uno di quei posti dove si va a cercare la conferma delle proprie conoscenze. È invece un teatro dove le cose succedono da un momento all’altro. È un susseguirsi di scatti prolungati, pause per rifiatare e ancora fughe in avanti”. Come l’isola, Alajmo procede a zig-zag in un itinerario non lineare, senza vincoli di percorso né di tempo, da un capo all’altro, sulla base di pure suggestioni, guidato dalla bellezza, accompagnato da un lucido pessimismo. come un atto d’amore che non si nasconde nessuna vergogna dell’oggetto amato: capita di innamorarsi di una canaglia. e anche se lo sai, che puoi farci?

“Circola con insistenza l’idea che la Sicilia e i siciliani siano diversi, rispetto al resto d’Italia. Diversi e più complicati. La risposta può essere articolata pirandellianamente: no, ma credono di esserlo e questo li rende diversi e più complicati”

Vuoi saperne di più su Storie in Valigia?
http://parmamorethanfood.wordpress.com/storie-in-valigia/

Gotha a Parma, Fiere di Parma 15- 23 Novembre

Dal 1994 Gotha  a Parma è la città ideale dell’alto antiquariato che accoglie visitatori da tutto il mondo.

A Parma, dal 15 al 23 novembre, torna Gotha, per svelare i suoi tesori ai cultori del bello.

Gotha rappresenta per Fiere di Parma una sfida da sempre: in queste dodici edizioni Gotha ha realizzato una importante mostra ma, in senso assoluto, una biennale delle arti, una carrellata di capolavori proveniente dalle gallerie di Europa, in grado di condurre a Parma un pubblico internazionale di collezionisti, investitori e curatori museali affascinati dalla straordinaria qualità e raffinatezza dell’offerta espositiva.

Contatti

Responsabile di Manifestazione:
Gloria Oppici: g.oppici@fiereparma.it

Marketing:
Pierluigi Spagoni: p.spagoni@fiereparma.it

Segreteria di Manifestazione:
Sabrina Campi: antiques@fiereparma.it

Ufficio vendite:
Cristina Giuffredi: c.giuffredi@fiereparma.it

Amministrazione:
Eleonora Torelli: e.torelli@fiereparma.it

Approvazione progetti:
Federico Pirotti: f.pirotti@fiereparma.it

Segreteria Tecnica Espositori:
sate3@fiereparma.it

Website

http://www.gothaparma.it/contatti/

Special Offer Offerta Gotha soggiorno clicca qui

7 DAYS OF GARBAGE di Gregg Segal, Mostra d’arte a Parma 17-19 Ottobre

Per questo weekend consigliamo 7 DAYS OF GARBAGE, mostra d’arte a Parma

7 DAYS OF GARBAGE di Gregg Segal con labo­ra­to­rio di sel­fie waste

Gregg Segal, foto­grafo cali­for­niano, ha chie­sto a varie per­sone, sin­goli, fami­glie, amici e sco­no­sciuti di rac­co­gliere tutta la spaz­za­tura che pro­du­cono in una set­ti­mana e di posare con i rifiuti per un pro­getto foto­gra­fico. Sono scatti che ren­dono evi­dente la quan­tità mate­riale di rifiuti che pro­du­ciamo e inne­scano rifles­sioni che spe­riamo porti ad una mag­giore atten­zione e affe­zione nei con­fronti del pia­neta che ci acco­glie. http://www.greggsegal.com

La mostra resterà visi­bile al pubblico dal 17 al 19 Ottobre presso i Voltoni del Guazzatoio, Pilotta

L’Astoria Residence Hotel regala Traiettorie. Biglietti gratuiti per la rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea

A Parma è tempo di Traiettorie che raggiunge il traguardo dei ventiquattro anni la rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea. Per l’occasione l’Astoria Residence Hotel di Parma ha deciso di regalare il biglietto agli appassionati di musica. “Traiettorie”, promossa da Fondazione Prometeo sotto la direzione artistica di Martino Traversa, si svolge a Parma dal 20 settembre al 22 novembre, e che si conferma come la più longeva nel suo genere in Italia.

traiettorieastor

All’interno del cartellone sono stati programmati dieci concerti, dieci serate che riaffermano l’impegno di Traiettorie a collocarsi conautorevolezza nel panorama italiano dedicato alla musica contemporanea, ma anche nel profilo culturale della città e della regione, il cui pubblico continua a rispondere con interesse ed entusiasmo alla indovinata formula della rassegna.

L’offerta dell’Astoria Residence Hotel è camera e biglietto per due a solo 69€ con  i 2 biglietti per Traiettorie inclusi nel pacchetto!

Per l’accesso al concerto è necessario riconfermare la prenotazione, cosa aspettate? un’offerta così non capita sempre!

Astoria Residence Hotel vi aspetta!

E’ un’iniziativa PIU Hotels Loves Parma

piuhotels
Tel: +039- 0521 272717
Email: info@piuhotels.com

STEFANO BOLLANI & HAMILTON DE HOLANDA CONCERTO A FAVORE DI ANT, PALADOZZA, BOLOGNA 16 Novembre

Il pianista Stefano Bollani e il mandolinista brasiliano Hamilton de Holanda sono i protagonisti del concerto organizzato da Bologna Festival e Associazione Amici ANT a favore della Fondazione ANT Italia Onlus, la principale realtà italiana non profit per l’assistenza domiciliare ai malati oncologici. Una data da segnare per gli amanti della musica jazz!

bollaniiiiiii

Domenica 16 novembre ore 18, al PalaDozza di Bologna, la straordinaria creatività di Stefano Bollani si incontra con il brillante virtuosismo di Hamilton de Holanda in un concerto dedicato alla produzione musicale sudamericana, da Chico Buarque a Carlos Jobim, Vinicius de Moraes, Astor Piazzolla. Un duo molto particolare, pianoforte e mandolino a dieci corde, che entusiasma il pubblico con le sue rivisitazioni di brani famosissimi: O que será, Guarda che luna, Oblivion e molto altro, secondo l’ispirazione del momento. «La cosa più bella di questo duo – spiega Bollani – è la spontaneità: tutto avviene sul palco». Ai due artisti basta uno sguardo per capirsi: un’intesa musicale perfetta. La loro collaborazione musicale, nata nel 2009,li ha portati sui palcoscenici di tutta Europa e li ha visti impegnati in un progetto discografico per ECM: O que será, CD che ha riscosso grandi apprezzamenti dalla critica internazionale.

Biglietti da € 10 a € 45 (i biglietti a € 10 solo per i giovani sino ai 19 anni).

Vendita Biglietti: http://www.vivaticket.ithttp://www.bolognafestival.it

Biglietteria Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E) dal martedì al sabato, ore 13-19

Informazioni: Bologna Festival 051 6493397

Il concerto è realizzato con il contributo di: UniSalute / Pasta Fresca Rossi – Artigiani in Modena / LGA Lucchini, Gattamorta e Associati – Business & Commercial Law / UniCredit / BRT Corriere Espresso/ Luis.it / AssiCoop / Casale Bauer / IGD spazi da vivere. Si ringrazia Bologna Welcome per la collaborazione tecnica.

STEFANO BOLLANI. Artista dai mille volti, Stefano Bollani spazia dal jazz alla classica, dal teatro alla radio e la televisione, capace di sperimentarsi nei progetti più diversi con una verve e un sense of humour che magnetizzano il suo pubblico. La musica entra nella sua vita molto presto: all’età di sei anni inizia a studiare pianoforte, esordisce professionalmente a quindici anni e si diploma al Conservatorio di Firenze nel 1993. Dopo una breve esperienza come turnista nel mondo della musica pop si afferma nel jazz,collaborando con grandi musicisti (Richard Galliano, Phil Woods, Lee Konitz, Michel Portal, Gato Barbieri, Pat Metheny, Chick Corea, Bobby McFerrin, Franco D’Andrea, Martial Solal, Uri Caine, John Abercrombie,Kenny Wheeler) sui palchi più prestigiosi del mondo, da Umbria Jazz al Festival di Montreal, dalla Town Hall di New York alla Fenice di Venezia o la Scala di Milano. Fra le tappe della sua carriera, fondamentale è la collaborazione iniziata nel 1996 – e da allora mai interrotta – con il suo mentore Enrico Rava, al fianco del quale tiene centinaia di concerti e incide ben tredici dischi. Nel 1998 con il suo gruppo, L’Orchestra del Titanic, si lancia nella realizzazione di un ambizioso disco-spettacolo in omaggio alla musica leggera italiana degli anni ’30-’40, Abbassa la tua radio. Negli anni collabora sia con musicisti “di frontiera” (Hector Zazou, Giovanni Sollima, Elliot Sharp, Sainhko Namcythclack), sia col mondo del pop-rock. Molto stretto il suo legame con la nuova scena musicale brasiliana, al fianco di musicisti come Marcos Sacramento, Caetano Veloso, Hamilton de Holanda. In ambito classico si esibisce come solista con varie orchestre sinfoniche; di particolare rilievo la sua collaborazione con Riccardo Chailly e la Gewandhausorchester di Lipsia con cui ha inciso la Rapsodia in blu e il Concerto in fa di George Gershwin: pubblicato per la Decca il disco è entrato nelle classifiche generali con più di 55.000 copie vendute solo in Italia. Recente la registrazione di Sound’s of the ’30s con musiche di Igor Stravinskij, Kurt Weill e Maurice Ravel. Ospite fisso nel programma televisivo di RaiUno Meno siamo meglio stiamo di e con Renzo Arbore (2005), è ideatore e conduttore, insieme a David Riondino e Mirko Guerrini, della trasmissione musicale Dottor Djembé che va in onda su Rai Radio 3 dal 2006. Sostiene Bollani è il suo primo programma televisivo, completamente dedicato alla musica, andato in onda su Rai3 (2011). Scrittore, autore di lavori che uniscono la musica a testi poetici anche surreali (La gnosi delle fanfole, Cantata dei pastori immobili, ha realizzato anche un omaggio allo scrittore Raymond Queneau (Les fleures bleues, 2002). Nel 2013 ha pubblicato Parliamo di musica, una sorta di appassionato “taccuino di appunti”, libere riflessioni sui generi musicali più diversi, dai Beatles a Giacomo Puccini. Bollani ha firmato le musiche per gli spettacoli di attori come Marco Baliani, Ivano Marescotti, Maurizio Crozza e Lella Costa. Tra i premi ricevuti: European Jazz Pries di Vienna, come Miglior musicista jazz europeo dell’anno (2007);Laurea ad honorem alla Berklee School of Music (2010). Tra le sue registrazioni ricordiamo Piano solo (ECM, 2006); Carioca con Marco Pereira, Jorge Helder, Ze’ Nogueira, Monica Salmaso e altri musicisti brasiliani; Orvieto con Chick Corea; i due dischi classici con Riccardo Chailly (Decca 2010, 2012); O que será con Hamilton de Holanda (ECM, 2013). È apparso come personaggio, col nome di Paperefano Bolletta, in due storie a fumetti del settimanale Topolino, rivista di cui è stato ufficialmente nominato Ambasciatore.

HAMILTON DE HOLANDA. Virtuoso, impareggiabile, folgorante: sono gli aggettivi con cui la stampa internazionale definisce il mandolinista brasiliano Hamilton de Holanda. Con il suo mandolino a dieci corde ha reinventato il repertorio per questo strumento, ampliandone le possibilità timbriche, armoniche e melodiche. Modernità e tradizione si fondono a meraviglia nella sua musica, nella potenza comunicativa e nel virtuosismo delle sue improvvisazioni. Artista di grande versatilità, suona in diverse formazioni (solo, duo, trio, quintetto, orchestra) incrociando i generi più diversi (jazz, samba, rock’n’roll, pop, lundu, choro). Ha collaborato con artisti come Egberto Gismonti, Hermeto Pascoal, Milton Nascimento, Chucho Valdes, Wynton Marsalis, Chick Corea, Buena Vista Social Club, John Paul Jones (Led Zeppelin), Djavan, CesariaEvora, Melody Gardot, Richard Galliano, Stefano Bollani, Ivan Lins, Paquito D’Rivera. Ha registrato 26 album. Brasilianos e Brasilianos 2 sono stati premiati con il Latin Grammy come best instrumental album e come best jazz album.

Hermeto Pascoal lo ritiene uno dei migliori musicisti del mondo; in Francia lo chiamano “Il principe del bandolim” per altri è il “Jimi Hendrix del bandolim”.

A Tavola con Giuseppe Verdi. Menù Verdiano in onore del maestro a Parma

A Parma è tempo di Festival Verdi, se siete in città noi vi portiamo a tavola con Giuseppe Verdi con un particolare Menù Verdiano in onore del Maestro. Alta cucina parmigiana, e Menù d’eccellenza al Ristorante San Barnaba parola di Tripadvisor…

Antipasto pregiato di Culatello, Risotto alla Giuseppe Verdi, secondo di carne alla Verdiana, Tortino al cioccolato dal cuore morbido con salsa inglese alla vaniglia…. Lambrusco delle terre verdiane….e

Menù Verdiano

  Menù

Antipasto
Culatello di Prosciutto

Primo
Risotto alla Giuseppe Verdi con asparagi, funghi, spalla cotta

Secondo
Filetti di Pollo alla verdiana con olive verdi, brandy, crema di latte

Dessert:
Tortino al cioccolato dal cuore morbido con salsa inglese alla vaniglia

Bottiglia di Lambrusco, acqua e caffè inclusi a soli 35€

Il Ristorante San Barnaba gode di eccellente reputazione su Tripadvisor ed ha vinto innumerevoli certificati di eccellenza.
Vi invitiamo a scoprirlo con i vostri sensi ed il vostro palato.

Ristorante San Barnaba
Via Trento, 11 – 43100 Parma (PR)
Tel. 0521 270365
Email: info@ristorantesanbarnaba.it